logo
Siete in > Home > Bonsai > Rinvaso

 

Rinvaso di un prebonsai

Il rinvaso va effettuato mediamente ogni due anni per le piante giovani e ogni 3\4 anni per i bonsai più vecchi. Il periodo migliore è quando le gemme si stanno per schiudere ovvero agli inizi della primavera. Rinvasare un bonsai non è un’operazione difficile, tuttavia va effettuata con molta delicatezza e anche un pizzico di esperienza, ora vediamo come aiutandosi con le immagini.
La pianta che rinvasiamo oggi è un prebonsai di ginepro (foto 1)

rinvaso

foto 1

Prima di tutto dobbiamo preparare tutto il necessario in modo che l'operazione duri il meno possibile

rinvaso

foto 2


Come vediamo nella foto 2 ho preparato un nuovo vaso come il precedente, non è necessario aumentare le dimensioni,il filo di rame per ancorare la pianta , la retina per coprire i fori evitando che fuoriesca la pomice ed entrino gli insetti, un bastoncino di legno che servirà per districare le radici e togliere il vecchio terreno e uno spruzzatore per tenere le radici bagnate e ammorbidire il terreno durante il lavoro

E ora iniziamo il lavoro

mettiamo la retina sul fondo la fissiamo ai fori di scolo con del filo di rame dopo passiamo altri 2 spezzoni di filo a doppio attraverso i fori di scolo che serviranno per ancorare la pianta al vaso (foto 3)

 

rinvaso

foto 3

Prendiamo della pomice (foto 4) di 2 diverse granulometrie, la piu grande per fare il drenaggio la piu piccola per coprire le radici

rinvaso

foto 4

prepariamo il drenaggio nel nuovo vaso con la pomice grossa (foto 5) non distendete la pomice ma lasciatela a mucchietto quando mettiamo la pianta premendola leggermente e girandolo un pò la pomice si spiana e facilita il riempimento degli spazzi sotto il pane radicale.

rinvaso

foto 5



A questo punto prendiamo la pianta tagliamo il filo di ancoraggio e lo estraiamo. Vediamo il pane radicale come si presenta dopo averlo estratto, foto (6 e 7)

rinvaso

Foto 6

rinvaso

foto 7

prendiamo il bastoncino di legno e con delicatezza togliamo il vecchio terreno e districhiamo le radici(foto 8)

rinvaso

foto 8


teniamo le radici ben bagnate (foto 9)

rinvaso

Foto 9

Importante: non fare mai queste operazioni in presenza di vento o sole le radici si seccherebbero troppo

dopo aver districato le radici si accorciano un pò e si controlla se ce ne sono morte è importante toglierle per evitare che facciano marciume foto 10

rinvaso

foto 10


La pianta è pronta per il rinvaso (foto 11)

rinvaso

foto 11


Appogiamo la pianta sul drenaggio precedentemente preparato e la legiamo con i fili di rame che avevamo messo (foto 12)

rinvaso

foto 12


Con l'aiuto del bastoncino delicatamente iniziamo a rincalzare le radici aggingendo un pò alla volta la pomice fine (foto 13)

rinvaso

foto 13


aggiungiamo pomice fino alla copertura di tutte le radici (foto 13 e 14)

rinvaso

foto 13

rinvaso

foto 14


Bagnare abbondantemente fino a che l'acqua non passa dai fori di scolo (foto 15 e 16)

rinvaso

foto 15

rinvaso

foto 16

Importante: bagnare su tutta la superfice del terreno perche l'acqua con la pomice bagna solo dove cade altrimenti rischiamo che alcune zone restino asciutte.
A questo punto la nostra pianta è sistemata, ora va tenuta al riparo dal vento e sole diretto per evitare disidratazione della vegetazione, le radici hanno da riadattarsi al nuovo terreno e allinizio potrebbero aver difficolta a alimentare tutta la vegetazione, non concimare assolutamente per circa 40 giorni